Bulgaria – Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche

Legge sulle imposte sul reddito delle persone fisiche – Закон за Данъците bърху Доходите на Физическите Лица  (ЗДДФЛ)

Imposte sul reddito delle persone fisiche in Bulgaria

La tassazione dei redditi derivanti da persone fisiche, compresi i redditi derivanti da attività in qualità di imprenditore individuale, è regolata dalla Legge sul reddito delle persone fisiche (ЗДДФЛ) .

Ambito di tassazione

Reddito maturato da residenti acquisiti da fonti all’interno e all’esterno della Repubblica di Bulgaria e reddito maturato da persone fisiche non residenti acquisiti da fonti interne alla Repubblica di Bulgaria.

Soggetti passivi

  • tutte le persone fisiche residenti e non residenti, che sono soggette a imposte ai sensi della presente legge;
  • qualsiasi persona residente e non residente, obbligata a trattenere e versare le tasse ai sensi della presente legge;
  • rappresentanti legali delle suddette persone.

Persona fisica residente , indipendentemente dalla nazionalità, è qualsiasi persona che abbia un indirizzo permanente in Bulgaria, o che sia presente nel territorio della Bulgaria per un periodo superiore a 183 giorni in un periodo di dodici mesi, o il cui centro di interessi vitali sia situato in Bulgaria. Qualsiasi persona che abbia un indirizzo permanente in Bulgaria ma il cui centro degli interessi vitali non sia situato nel paese, non è una persona fisica residente.

Per persona fisica non residente  si intende qualsiasi persona che non sia una persona residente.

Periodo d’imposta

Il periodo di tassazione per le persone fisiche è coincidente con l’anno solare, ad eccezione delle imposte soggette a imposta definitiva.

Reddito imponibile

Reddito da qualsiasi fonte acquisita da un soggetto passivo durante l’anno d’imposta, ad eccezione del reddito esente. Le spese ammissibili sono detratte previa determinazione del reddito imponibile dalla fonte rilevante.

Reddito non imponibile

Qualora i seguenti tipi di reddito non siano stati acquisiti da un’attività economica in qualità di commerciante ai sensi della legge sul commercio, anche in qualità di ditta individuale, sono considerati non imponibili:

  • qualsiasi reddito acquisito durante l’anno fiscale dalla vendita o dallo scambio di:
  • un immobile residenziale, purché siano trascorsi più di tre anni tra la data di acquisto e la data di vendita o permuta;
  • fino a due immobili, nonché un numero qualsiasi di proprietà agricole e forestali, purché siano trascorsi più di cinque anni tra la data di acquisto e la data di vendita o permuta;
  • qualsiasi reddito derivante dalla vendita o permuta di beni mobili, ad eccezione di:
  • mezzi di trasporto su strada, aria e acqua, purché il periodo dalla data di acquisto alla data di vendita o scambio sia inferiore a un anno;
  • oggetti d’arte, da collezione e antiquariato;
  • azioni, interessi, strumenti di compensazione, buoni di investimento e altre attività finanziarie, nonché i proventi derivanti dal commercio di valute estere;
  • beni mobili consegnati a persone che hanno il diritto di effettuare la raccolta, il trasporto, il recupero o lo smaltimento dei rifiuti ai sensi della legge sulla gestione dei rifiuti;
  • gli eventuali proventi derivanti dalla disposizione di strumenti finanziari;
  • qualsiasi utile o altra fonte di patrimonio netto distribuito sotto forma di nuove partecipazioni e quote di società commerciali, nonché qualsiasi utile o altra fonte di patrimonio netto distribuito sotto forma di aumento del valore nominale delle partecipazioni precedentemente emesse e azioni;
  • gli eventuali proventi spettanti a soggetti indennizzati secondo la procedura di uno strumento legale dalla vendita o dallo scambio di strumenti di compenso e di buoni investimento ricevuti a titolo di indennizzo;
  • qualsiasi reddito proveniente dall’assicurazione sociale obbligatoria in Bulgaria o all’estero;
  • gli eventuali redditi derivanti dalle assicurazioni sociali volontarie complementari percepite dopo il conseguimento del diritto alla pensione complementare; gli eventuali proventi derivanti dall’investimento delle riserve tecniche percepite in base a contratti di assicurazione; e proventi derivanti dagli investimenti del patrimonio delle casse pensioni complementari, ripartiti sui conti individuali degli assicurati;
  • reddito da interessi su depositi stabiliti in uno Stato membro dell’Unione europea o in uno Stato che è parte dell’accordo sullo Spazio economico europeo:
  • banche;
  • filiali di banche.
  • eventuali pagamenti di interessi e sconti effettuati su obbligazioni governative, municipali e societarie bulgare; nonché su obbligazioni similari emesse secondo la legislazione di un altro Stato membro dell’Unione Europea o di uno Stato che sia Parte contraente dell’Accordo sullo Spazio Economico Europeo;
  • gli eventuali interessi sui crediti stabiliti da un tribunale, che non sono soggetti a tassazione, e le eventuali indennità concesse per le spese di giudizio;
  • eventuali risarcimenti e altri compensi concessi per lesioni personali medie e gravi, malattie professionali o morte;
  • eventuali compensi per beni presi da demanio eminente per esigenze statali e comunali;
  • eventuali risarcimenti per danni a cose e persone, ad eccezione dei risarcimenti per mancato guadagno;
  • eventuali prestazioni assicurative, quando si è verificato un evento assicurato;
  • eventuali indennità e prestazioni di assistenza sociale percepite ai sensi della legge sulle persone con disabilità, della legge sulla protezione dei minori, della legge sugli assegni familiari o di un altro strumento legale, nonché eventuali indennità e indennità di disoccupazione percepite in virtù di uno strumento legale;
  • l’eventuale assistenza da parte di enti con attività sociale, stabiliti per legge, e di persone giuridiche senza scopo di lucro iscritte per l’esercizio di attività di pubblica utilità;
  • eventuali importi ricevuti ai sensi della legge sugli assegni familiari, nonché eventuali assegni alimentari e di mantenimento dei figli ricevuti dagli enti secondo le disposizioni del codice della famiglia;
  • eventuali borse di studio a favore di persone fisiche per il loro studio in Bulgaria e all’estero;
  • eventuali somme di denaro e premi in merce ricevuti in esecuzione di uno strumento statutario da donatori di sangue, emocomponenti e prodotti biologici per scopi umani;
  • eventuali vincite e premi in merce ricevuti attraverso la partecipazione a giochi d’azzardo organizzati in virtù di una licenza rilasciata secondo la procedura prevista dalla legge sul gioco d’azzardo o secondo la legislazione di un altro Stato membro dell’Unione Europea, o di uno Stato che è parte contraente del l’Accordo sullo Spazio economico europeo;
  • eventuali premi assegnati sotto forma di uno sguardo aggiuntivo o di un premio in merce di valore irrilevante, dati da macchine per sale giochi ai sensi della legge sul gioco d’azzardo o secondo la legislazione di un altro Stato membro dell’Unione Europea, o di uno Stato che è parte contraente dell’accordo sullo Spazio economico europeo, nonché qualsiasi premio in merce di valore irrilevante proveniente da altri giochi d’azzardo, diversi da quelli di cui al punto 20;
  • eventuali premi statali e nazionali conferiti ad artisti creativi nel campo della cultura e ad atleti, eventuali premi di vincitori di concorsi nell’ambito di progetti e programmi finanziati in tutto o in parte dal Fondo nazionale per la cultura, nonché eventuali premi statali in denaro assegnati a servizi allo Stato bulgaro e alla nazione, nonché eventuali riconoscimenti conferiti ad alunni di talento di spicco per la partecipazione a Olimpiadi, competizioni e concorsi nazionali e internazionali;
  • le eventuali somme percepite per spese di viaggio e soggiorno nell’ambito di rapporti giuridici diversi dal rapporto di lavoro, ove per conto del committente e ove documentate secondo le modalità stabilite dalla normativa vigente, nonché le spese giornaliere, ma non superiori al doppio importo fisso per i soggetti in rapporto di lavoro;
  • qualsiasi reddito derivante da canone fondiario, canone di locazione o da altro accantonamento oneroso per l’uso di terreni agricoli;
  • eventuali compensi prelevati da: i membri del personale delle missioni diplomatiche ai sensi della Convenzione di Vienna sulle relazioni diplomatiche; i membri dei consolati ai sensi della Convenzione di Vienna sulle relazioni consolari; i dipendenti di organizzazioni interstatali e intergovernative ai sensi del trattato internazionale concluso con la rispettiva organizzazione, e i membri della famiglia di tali persone, nella misura in cui ciò sia previsto dal pertinente trattato internazionale;
  • i proventi derivanti dalla vendita o dalla permuta di beni acquisiti per successione legale o testamentaria, nonché di beni restituiti secondo la procedura stabilita da atto statutario;
  • eventuali dividendi al consumo distribuiti da cooperative costituite ai sensi della legge sulle cooperative;
  • eventuali risorse ricevute nell’ambito di ‘Erasmus+, il programma dell’Unione europea per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport;
  • reddito da attività di trasporto taxi passeggeri, svolte da persone fisiche – conducenti, in nome di un vettore registrato, ma per proprio conto, se l’imposta sul trasporto taxi passeggeri sarebbe stata pagata secondo la procedura stabilita dal Local Taxes and Fees Act per l’automobile utilizzata per fornire il servizio;
  • i beni devoluti per successione legale o testamentaria o acquisiti per donazione, nonché i beni ricevuti con ripristino del diritto di proprietà secondo la procedura stabilita da atto statutario;
  • ogni altro reddito previsto dalla legge.

Il reddito si considera acquisito alla data di:

  • pagamento: in caso di pagamento in contanti;
  • accredito sul conto del destinatario del reddito o ricevuta dell’assegno: in caso di mancato pagamento in contanti;
  • ricevuta del corrispettivo: in caso di reddito non monetario;
  • il trasferimento di diritti o proprietà nei casi di vendita, permuta o altro trasferimento oneroso di diritti o proprietà;
  • ogni altro caso previsto dalla presente legge.

Tipi di tasse

1. Imposta sulla base imponibile annua totale

Ambito di tassazione

Redditi da rapporti di lavoro, proventi da altra attività economica, proventi da locazioni o altri oneri accantonamenti per godimento di diritti o beni, proventi da cessione di diritti o beni e proventi da altre fonti.

Reddito imponibile  per tipologia di reddito a seconda della sua fonte:

  • reddito da rapporti di lavoro – retribuzione del lavoro e tutti gli altri pagamenti in denaro e/o in natura da parte di un datore di lavoro o per conto di un datore di lavoro ad eccezione del reddito previsto dalla legge.
  • proventi da altre attività economiche – al netto dei proventi acquisiti dai costi operativi come segue:
    • del 60 per cento per qualsiasi reddito derivante dalla produzione di prodotti agricoli grezzi a persone fisiche iscritte come produttori agricoli, ad eccezione di qualsiasi reddito derivante dalla coltivazione di piante ornamentali;
    • del 40 per cento per: qualsiasi reddito derivante dall’attività di produzione di prodotti agricoli trasformati o non trasformati, di prodotti forestali trasformati o non trasformati, di prodotti trasformati o non trasformati della gestione dei terreni di caccia, e di prodotti della pesca trasformati o non trasformati, svolta in modo naturale persone; eventuali diritti d’autore e di licenza; qualsiasi reddito derivante dall’esercizio di un mestiere specializzato su cui non viene riscossa una tassa di licenza secondo la procedura stabilita dalla legge sulle tasse e le tasse locali;
    • del 25 per cento per qualsiasi reddito derivante dall’esercizio di una libera professione o per eventuali compensi derivanti da rapporti di non lavoro.
  • proventi da affitto o da altra disposizione onerosa per l’uso di diritti o beni – addebitando il reddito acquisito del 10 per cento delle spese;
  • reddito da trasferimento di diritti o proprietà – un approccio diverso per le singole proprietà/diritti, ad esempio, il reddito derivante dalla vendita o dallo scambio di beni immobili, compresi i diritti reali limitati a tali beni, deve essere determinato addebitando il differenza positiva tra il prezzo di vendita e il costo di acquisto di tale proprietà con il 10 per cento di spese;
  • reddito da altre fonti (art. 35) – la somma lorda del reddito imponibile acquisito.

Base imponibile annuale

La base imponibile annua è determinata per ciascuna fonte di reddito separatamente e corrisponde al reddito imponibile della relativa fonte al netto dei contributi previdenziali obbligatori.

Base imponibile annuale totale

La base imponibile annua totale è la somma delle basi imponibili annue per i redditi da lavoro dipendente, i redditi da altra attività economica, i redditi da locazione o da altra disposizione onerosa per l’uso di diritti o beni, i redditi da cessione di diritti o beni e i redditi da altre fonti al netto degli sgravi fiscali previsti dalla presente legge.

Agevolazioni fiscali

  • Agevolazioni fiscali per le persone con ridotta capacità lavorativa
  • Agevolazioni fiscali per contributi personali volontari di assicurazione sociale e commerciale
  • Agevolazioni fiscali per i contributi personali per il servizio contributivo al momento del pensionamento
  • Agevolazioni fiscali per le donazioni
  • Agevolazioni fiscali per le giovani coppie di sposi
  • Agevolazioni fiscali per i bambini
  • Agevolazioni fiscali per i bambini con disabilità
  • Agevolazioni fiscali per pagamenti non in contanti effettuati
  • Agevolazioni fiscali per miglioramenti o ristrutturazioni di un immobile

Aliquota fiscale  : l’aliquota fiscale è del 10% sulla base imponibile annuale totale.

Scadenze per il versamento delle tasse

  • Pagamento anticipato:
    • mensilmente – entro il 25° giorno del mese successivo a quello in cui è stata trattenuta l’imposta o sono stati effettuati i versamenti parziali – per i redditi da rapporti di lavoro in cui il datore di lavoro è obbligato a trattenere e versare l’imposta;
    • su base trimestrale – dall’impresa o dall’autoassicurato che o chi è pagatore del reddito non oltre la fine del mese successivo al trimestre in cui il reddito è stato addebitato dall’impresa o in cui il reddito è stato versato dall’autoassicurato, nonché non oltre il mese successivo al trimestre di acquisizione del reddito ove il pagatore del reddito non sia obbligato a trattenere e versare l’imposta.

Nessun acconto può essere versato per i redditi diversi da quelli da rapporti di lavoro acquisiti nel quarto trimestre dell’anno d’imposta, anche per i redditi di altra provenienza (art. 35), salvo che il titolare del reddito opti in senso contrario .

  • Su base annuale:
    • fino al 25 febbraio dell’anno successivo a quello di acquisizione del reddito – per una ritenuta d’imposta trattenuta dal datore di lavoro nell’ambito di un rapporto di lavoro principale in relazione alla compensazione annuale dell’imposta;
    • fino al 30 aprile dell’anno successivo a quello di acquisizione del reddito – per tutte le altre fattispecie in materia di imposte sul totale annuo dell’imposta.

2. Imposta sull’imponibile annuo per i redditi da attività di ditta individuale (sole-trader (ST)).

Ambito di tassazione

Sono tassati i proventi dell’attività economica spettanti a una persona fisica che è un commerciante ai sensi della legge sul commercio ma non è registrata come ditta individuale e i redditi dell’attività economica spettanti alle persone fisiche registrate come produttori agricoli. Le persone fisiche iscritte come produttori agricoli possono optare per la tassazione dei redditi da attività economica sulla base imponibile annua relativa ai redditi da attività economica in qualità di ditta individuale presentando una dichiarazione compilata in un modulo standard.

Reddito imponibile

Il reddito imponibile derivante dall’attività in qualità di ditta individuale è l’utile imponibile formato secondo la procedura stabilita dalla legge sull’imposta sul reddito delle società compreso il risultato finanziario del trasferimento dell’impresa della ditta individuale senza rimozione della ditta individuale dall’attività commerciale Registrati. Sono esclusi i risultati finanziari contabili formati dalle attività sulle quali vengono riscosse imposte alternative ai sensi della legge sull’imposta sul reddito delle società e sulle quali sono riscosse una tassa sulla licenza e una tassa sul trasporto di passeggeri come taxi ai sensi della legge sulle tasse e sulle tasse locali.

Base imponibile annuale di un ditta individuale

La base imponibile annua relativa ai redditi da attività economica in qualità di ditta individuale è determinata addebitando al reddito imponibile dell’anno d’imposta i contributi che l’autoassicurato è tenuto a versare per l’anno d’imposta per la propria conto proprio secondo la procedura stabilita dal Codice delle assicurazioni sociali e dalla legge sull’assicurazione sanitaria, nonché con i contributi previdenziali obbligatori rimessi all’estero, che sono a carico della persona fisica. Addebiterà gli sgravi fiscali previsti dalla legge.

Aliquota fiscale  – 15 per cento.

Scadenze per il versamento delle tasse

  • Pagamenti anticipati d’imposta ai sensi della legge sull’imposta sul reddito delle società;
  • su base annua – nel periodo compreso tra il 01 marzo e il 30 giugno dell’anno successivo a quello di acquisizione del reddito.

Gli sgravi fiscali si applicano  nella determinazione dell’imposta sulla base imponibile annua complessiva e della base imponibile annuale relativa ai redditi da attività economica in qualità di ditta individuale in relazione a:

  • persone che hanno perso il 50 per cento e più del 50 per cento della capacità lavorativa;
  • contributi personali volontari di assicurazione sociale e commerciale;
  • contributi personali per prestazioni contributive al pensionamento;
  • donazioni;
  • giovani coppie di sposi;
  • bambini – una cifra assoluta basata sul numero di bambini;
  • bambini con un tasso di invalidità del 50% o superiore;
  • pagamenti non in contanti;

Gli sgravi fiscali si ottengono nel seguente ordine: prima dal totale degli imponibili annui in sede di determinazione dell’imposta sull’imponibile annuo complessivo e poi dall’imponibile annuo relativo ai redditi da attività economica in qualità di ditta individuale.

3. Imposte definitive

Ambito di tassazione e aliquota fiscale

  • reddito determinato di persone non residenti da una fonte all’interno della Bulgaria, se non realizzato attraverso una base fissa all’interno del paese – qualsiasi reddito derivante dall’uso e dalla cessione di beni mobili o immobili, eventuali diritti d’autore e di licenza, eventuali spese di assistenza tecnica, eventuali pagamenti di interessi , ecc. Aliquota fiscale – 10 per cento;
  • reddito da assicurazioni sociali volontarie complementari, da assicurazioni sanitarie volontarie e assicurazioni sulla vita, nonché altri redditi specificati nell’articolo 38 della legge. Aliquota fiscale – 10 o 7 per cento;
  • proventi da dividendi e azioni di liquidazione a favore di qualsiasi persona fisica residente o non residente. Aliquota fiscale – 5 per cento;
  • la somma lorda di eventuali premi in denaro e premi in merce assegnati in occasione di concorsi e concorsi che non sono forniti da un datore di lavoro o da un ente committente. Aliquota fiscale – 10 per cento;
  • la somma lorda del reddito imponibile acquisito da persone fisiche non iscritte come agricoltori, percepito sotto forma di aiuti di Stato, sussidi e altri sostegni dal Fondo europeo agricolo di garanzia, dal Fondo europeo per lo sviluppo rurale e dal bilancio dello Stato. Aliquota fiscale – 10 per cento.

Importo tassabile

La base imponibile varia a seconda della fonte di reddito. Di norma, sull’importo lordo del reddito viene riscossa un’imposta finale.  Le persone fisiche non residenti , che ai fini fiscali sono persone residenti negli Stati membri dell’UE/SEE, possono scegliere di ricalcolare l’imposta finale su determinati redditi presentando la dichiarazione dei redditi ai sensi dell’articolo 50 della legge.

Scadenze per il versamento delle tasse

  • Con cadenza trimestrale – non oltre la fine del mese successivo al trimestre di acquisizione/addebito del reddito – per tutte le altre imposte sul reddito tassate con imposta definitiva.

 4.  Tassa di licenza

Le condizioni per la determinazione e l’applicazione dell’imposta sono previste dal Local Taxes and Fees Act.

Dichiarazione e fornitura di altre informazioni

  • Continuamente:
    • dalla dichiarazione dei redditi ai sensi dell’articolo 55 della legge – dalle imprese e dagli autoassicurati che sono contribuenti di reddito e sono obbligati a trattenere e versare le imposte ai sensi della legge, o dal soggetto che ha acquisito il reddito ove il il contribuente non è obbligato a trattenere e versare l’imposta;
  • Su base annuale:
    • con dichiarazione ai sensi dell’articolo 73, comma 1, della legge – dalle imprese e dagli autoassicurati che sono contribuenti di reddito, per i redditi pagati/maturati a persone fisiche durante l’anno d’imposta, esclusi i redditi da rapporti di lavoro e altri redditi .
    • con dichiarazione ai sensi dell’articolo 73, paragrafo 6, della legge – dai datori di lavoro per i redditi da rapporti di lavoro, comprese le informazioni relative alla determinazione della base imponibile annuale e dell’imposta annuale delle persone il cui datore di lavoro è il datore di lavoro nell’ambito del rapporto di lavoro principale a 31 Dicembre dell’anno fiscale.
    • dalla dichiarazione dei redditi ai sensi dell’articolo 50 della legge – dal soggetto che ha acquisito il reddito.

La dichiarazione annuale va presentata alla direzione territoriale dell’Agenzia nazionale delle entrate che esercita competenza sul domicilio della persona fisica, ivi compresa la ditta individuale, responsabile dell’imposta. Il termine entro il quale deve essere presentata la dichiarazione è il seguente:

  • per le persone fisiche che esercitano un’attività economica a titolo commerciale ai sensi della Legge sul Commercio, incluse le ditte individuali e le persone fisiche iscritte come agricoltori, che hanno optato per la tassazione del reddito dell’attività economica sulla base imponibile annuale: dal 01 marzo al 30 giugno dell’anno successivo a quello di acquisizione del reddito;
  • per tutte le altre persone fisiche: dal 10 gennaio al 30 aprile dell’anno successivo a quello di acquisizione del reddito

La dichiarazione dei redditi annuale viene presentata anche per i redditi tassati in base a un regime fiscale sulle licenze, i redditi derivanti dal trasporto di passeggeri come taxi ai sensi della legge sulle tasse e le commissioni locali, i prestiti concessi/ricevuti oltre un determinato importo e le azioni e le partecipazioni detenute in paesi esteri società di capitali, stabile organizzazione, base fissa e beni immobili – se ubicati all’estero. Non si presenta dichiarazione dei redditi per i redditi non imponibili, i redditi sui quali viene riscossa un’imposta definitiva e i redditi da lavoro dipendente.

Convenzione Fiscale o altro Trattato Internazionale

In caso di conflitto tra le disposizioni di qualsiasi convenzione fiscale o altro trattato internazionale stipulato dalla Repubblica di Bulgaria e qualsiasi disposizione della presente legge, prevarranno le disposizioni della convenzione o del trattato fiscale pertinente.

Sanzioni

Chiunque ometta di dichiarare o dichiari erroneamente qualsiasi particolare o circostanza in una dichiarazione dei redditi che porti a una sottovalutazione dell’imposta o all’esenzione dall’imposta, è passibile di una multa o di una sanzione pecuniaria non superiore a BGN 1.000. Chiunque presenti una dichiarazione dei redditi oltre la data di scadenza, è passibile di una multa o di una sanzione pecuniaria non superiore a BGN 500.

Si applica anche la sanzione pecuniaria o pecuniaria in caso di: omessa documentazione dei redditi, omessa ritenuta d’acconto o mancato versamento dell’imposta nei termini, omessa comunicazione o comunicazione di informazioni oltre il termine stabilito.

In caso di reiterata violazione le sanzioni sono raddoppiate.

Ai sensi dell’articolo 85, le violazioni di cui alla presente legge sono accertate con atto scritto dell’Agenzia delle Entrate ei decreti sanzionatori sono emessi dal Direttore Esecutivo o da un funzionario autorizzato dell’Agenzia delle Entrate.

Le dichiarazioni scritte di accertamento delle violazioni ei decreti sanzionatori sono redatte, rilasciate e impugnate secondo la procedura prevista dalla Legge sulle violazioni e sanzioni amministrative.

Per ulteriori informazioni: http://www.nap.bg/

http://balans.bg/7000-zddfl-pylen-tekst/

No TweetBacks yet. (Be the first to Tweet this post)