Vantaggi competitivi dell’Estonia

L’Estonia è il paese baltico più sviluppato economicamente, grazie a una politica pro-business adottata con successo negli ultimi anni.

Per superare la crisi internazionale del 2008, il governo estone ha messo in atto decisioni volte ad attrare gli investimenti stranieri, soprattutto nel campo informatico(strumenti incredibili come Skype e Transfer Wise sono nati in Estonia).

Questa nazione è stata la prima al mondo che ha introdotto l’e-residency per gli stranieri, offrendo incredibili vantaggi ai suoi nuovi cittadini virtuali.

Questo documento d’identificazione elettronica consente:

1) iniziare una start up eliminando la burocrazia cartacea e le file agli sportelli;

2) firmare in modo sicuro contratti online;

3)pagare tramite la banca e dichiarare le tasse dal computer di casa, in assoluta sicurezza;

4) gestire un’azienda da qualunque paese del mondo.

L’Estonia non assicura solo vantaggi tecnologici, ma anche importanti benefici fiscali per le società, in particolare non è prevista alcuna tassazione sui profitti aziendali e nessuna ritenuta d’acconto per i dividendi.

L’aspetto più importante del sistema fiscale estone per un’azienda è rappresentato dalla possibilità di reinvestire i profitti senza dover corrispondere alcuna imposta, solo nel caso di distribuzione degli utili è prevista un’aliquota del 25%.

L’Estonia assicura che questi profitti siano tassati una sola volta in quanto non rientreranno nell’imponibile ai fine dell’imposta sul reddito(aliquota 20%), poiché quest’ultima riguarda solo gli stipendi.

L’imposta sul valore aggiunto è pari al 20%, mentre è del 9% o addirittura dello 0% secondo quanto disposto dall’art. 15 dell’Added Tax Act.
Questo sistema fiscale offre un’ulteriore importante vantaggio relativo agli immobili e alle proprietà fondiarie, poiché non è prevista alcuna imposta nel primo caso, mentre nella seconda eventualità è prevista una tassazione con un’aliquota compresa tra lo 0,1 e il 2,5 %.
Infine, i benefici del sistema tributario estone si riflettono anche sul limitato costo dei lavoratori: 430 € al mese è il salario minimo previsto dalla legge.

L’Estonia è un paese giovane, con una popolazione preparata e poliglotta, ideale non solo come scelta imprenditoriale, ma anche di vita.

 

Fiscalità internazionale, Costituzione Società, Consulenze integrate per l'internazionalizzazione