Lituania – Informazioni Generali sulla Legge sull’imposta sul valore aggiunto

Informazione Generale

Tassa IVA
Atto di base Legge sull’imposta sul valore aggiunto
Contribuenti Persone fisiche e giuridiche lituane e straniere che svolgono qualsiasi tipo di attività economica in Lituania, nonché un organismo di investimento collettivo stabilito nella Repubblica di Lituania senza lo status di persona giuridica, la cui forma di attività è un fondo di investimento.

In alcuni casi, il pagatore può essere anche una persona che non esercita un’attività economica.

Oggetto dell’imposta L’oggetto dell’IVA è la fornitura di beni e servizi a titolo oneroso da parte di un soggetto passivo, che si considera avvenuta in Lituania in conformità con le disposizioni della legge sull’IVA. L’oggetto dell’IVA può anche essere l’acquisizione di beni e servizi in Lituania a titolo oneroso da un altro Stato membro.

L’oggetto dell’IVA all’importazione è l’importazione di merci quando si considera che le merci siano state importate nel territorio del paese in conformità con le disposizioni della legge sull’IVA 

Aliquote fiscali Aliquota IVA standard del 21%.

Un’aliquota IVA ridotta del 9% si applica a:

1. energia termica fornita per il riscaldamento delle abitazioni (compreso il calore trasmesso attraverso un sistema di approvvigionamento di acqua calda), per la preparazione di acqua calda o fredda fornita alle abitazioni per la produzione di acqua calda e per l’energia termica utilizzata per riscaldare tale acqua.

2. Libri e pubblicazioni informative non periodiche (compresi libri di testo, quaderni, enciclopedie, dizionari, manuali, opuscoli informativi, album fotografici e riproduzioni, libri illustrati per bambini, libri da disegno e da colorare, note stampate o manoscritte, mappe, diagrammi e disegni, tranne calendari, quaderni e altri stampati di natura simile).

3. fino al 2022 31 dicembre servizi di alloggio forniti secondo la procedura stabilita dagli atti normativi che regolano le attività turistiche.

4. Servizi di trasporto passeggeri su rotte regolari stabilite dal Ministero dei Trasporti e delle Comunicazioni o da un suo ente o comuni autorizzati, nonché servizi di trasporto bagagli passeggeri specificati nel presente paragrafo.

5. legna da ardere e prodotti in legno per il riscaldamento, forniti ai consumatori domestici di energia come definiti nella legge sull’energia della Repubblica di Lituania .

Un’aliquota IVA ridotta del 5% si applica a:

1. Medicinali e ausili medici, quando i costi di acquisto di questi beni sono rimborsati in tutto o in parte secondo la procedura stabilita dalla legge sull’assicurazione sanitaria della Repubblica di Lituania, nonché medicinali soggetti a prescrizione non rimborsabili.

2. Ausili tecnici per disabili e loro riparazione.

3. Giornali, riviste e altri periodici, ad eccezione delle pubblicazioni di natura erotica e / o violenta o non conformi all’etica professionale, riconosciute come tali da un’autorità legale, e stampati in cui la pubblicità a pagamento copre più di 4/5 della superficie totale di pubblicazione.
L’ aliquota IVA dello 0% si applica a determinate transazioni per la fornitura di servizi e la fornitura di beni.

Il periodo fiscale Normalmente, il periodo fiscale di una persona giuridica è un mese solare e il periodo fiscale di una persona fisica è un semestre civile.

Sia le persone fisiche che le persone fisiche hanno il diritto di richiedere un periodo d’imposta diverso.

Una persona giuridica può richiedere che:

1) il suo periodo d’imposta sarebbe considerato un semestre solare se il totale dei suoi proventi da attività economiche durante l’anno solare precedente non fosse superiore a 60.000 euro (valido fino al 30 giugno 2019);

2) il suo periodo d’imposta sarebbe considerato un trimestre solare se il suo reddito totale da attività economiche durante l’anno solare precedente non fosse superiore a 300.000 EUR (con effetto dal 1 ° luglio 2019).

I contribuenti IVA di nuova costituzione che prevedono che i loro redditi da attività economica nell’anno solare in corso non supereranno l’importo specificato nella presente parte hanno anche il diritto di presentare domanda all’amministratore delle imposte con la richiesta di mantenere il semestre / trimestre civile.

Una persona fisica può richiedere che il suo periodo d’imposta sia considerato un mese di calendario.

In alcuni casi, le persone giuridiche lituane e le persone fisiche e giuridiche straniere hanno la possibilità di richiedere l’istituzione di un periodo fiscale speciale (cioè non un mese civile e un semestre non civile).

Il periodo fiscale delle persone fisiche e giuridiche lituane e delle persone fisiche e giuridiche straniere è un mese di calendario se i beni e / o servizi sono acquistati da altri Stati membri per i quali l’acquirente è obbligato a calcolare l’IVA in Lituania ai sensi dell’articolo 95 del Legge sull’IVA.

Vantaggi ed esenzioni di base I casi in cui la fornitura di beni e servizi è esente da IVA sono previsti dagli articoli da
20 a 33 della legge sull’IVA .
Esente da IVA:

beni e servizi sanitari;

servizi sociali e prodotti affini;

servizi di istruzione e formazione;

servizi culturali e sportivi;

attività di persone giuridiche senza scopo di lucro;

Servizi Postali;

servizi di informazione per il pubblico tramite radio e televisione;

servizi assicurativi;

servizi finanziari;

segni speciali;

giochi d’azzardo e lotterie;

locazione di beni immobili per natura; la vendita o altro trasferimento di beni immobili per natura.

Gli articoli da 34 a 40 della legge sull’IVA stabiliscono i casi in cui le merci importate sono esenti dall’IVA all’importazione.

Casi in cui la fornitura di beni e servizi è soggetta allo 0%. L’aliquota IVA è stabilita negli articoli da 41 a 53 della legge sull’IVA.

0 percento L’aliquota IVA si applica a:

la fornitura di beni quando i beni lasciano l’Unione Europea;

la fornitura di merci quando le merci sono trasportate da passeggeri;

fornitura e noleggio di navi e aeromobili, ecc. transazioni relative a navi e aeromobili;

la fornitura di provviste di navi e aeromobili;

servizi di trasporto e relative transazioni;

servizi assicurativi e finanziari relativi all’esportazione di merci;

la fornitura di beni e servizi a missioni diplomatiche, uffici consolari, istituzioni dell’Unione europea, organismi da loro istituiti e organizzazioni internazionali o loro missioni, nonché al personale di tali missioni e uffici consolari e ai membri delle loro famiglie;

la fornitura di oro al Sistema europeo di banche centrali e alla Banca centrale europea;

la fornitura di beni ad un altro Stato membro;

la fornitura di beni ai beneficiari quando i beni lasciano l’Unione Europea;

la manutenzione e la lavorazione di beni mobili quando tali beni sono temporaneamente importati nell’Unione europea;

rappresentanza in alcune delle operazioni di cui sopra;

alcune transazioni relative al commercio internazionale.

registrazione In Lituania è in fase di attuazione un programma speciale per le piccole imprese. Un soggetto passivo della Repubblica di Lituania non è obbligato a presentare una domanda di registrazione come contribuente IVA se l’importo totale della remunerazione per beni e / o servizi forniti nel corso dell’attività economica nel territorio del paese non supera EUR 45.000 all’anno (ultimi 12 mesi).

Tuttavia, se il valore dei beni acquistati da un soggetto passivo della Repubblica di Lituania da altri Stati membri ha superato i 14.000 EUR nell’anno civile precedente o si prevede che superi questo limite nell’anno solare in corso, il soggetto passivo deve richiedere l’IVA registrazione anche se la quota annuale è di 45 000 non è stata superata.

Il regime sopra descritto non si applica a un soggetto passivo straniero che esercita un’attività economica nella Repubblica di Lituania. Un soggetto passivo straniero deve registrarsi come contribuente IVA dall’inizio dell’attività economica nella Repubblica di Lituania.

Un soggetto passivo straniero non è tenuto a registrarsi per la partita IVA se svolge solo le seguenti attività nel territorio del paese:

1) fornisce beni e / o fornisce servizi non soggetti ad IVA ai sensi della Legge sull’IVA;

2) fornisce beni e / o fornisce servizi non soggetti ad IVA ai sensi della Legge sull’IVA;

3) fornisce beni e / o servizi che sarebbero tassati all’aliquota dello 0% ai sensi della legge sull’IVA, ad eccezione degli articoli 41, 49, nonché degli articoli 1, 2, 5 e 6 dell’articolo 53, paragrafo 1 e 5, 6, Le attività di cui ai commi 10;

4) fornisce beni e / o fornisce servizi per i quali l’obbligo di calcolare e pagare l’IVA ricade sull’acquirente ai sensi dell’articolo 95 della legge sull’IVA. Parti 2, 3, 4;

5) fornisce merci nell’ambito del regime di vendita a distanza e il valore delle merci fornite alla Repubblica di Lituania (ad eccezione delle merci soggette ad accisa) durante un anno civile non ha superato i 35.000 EUR;

6) il soggetto passivo straniero fornisce esclusivamente servizi di telecomunicazione, radiodiffusione e televisione e / o servizi forniti per via elettronica utilizzando il MOSS (è registrato come contribuente IVA MOSS in un altro Stato membro).

Va notato che in alcuni casi, quando un soggetto passivo straniero non è obbligato a registrarsi come contribuente IVA nella Repubblica di Lituania, l’IVA a monte può essere rimborsata solo tramite detrazione dell’IVA, ovvero il soggetto passivo straniero deve registrarsi come contribuente IVA . Ad esempio, un soggetto passivo straniero ha acquistato beni nella Repubblica di Lituania da un soggetto passivo lituano e all’acquisto è stata applicata l’aliquota IVA lituana. Il soggetto passivo straniero quindi cede tali beni come forniture a una determinata nave (tali cessioni sono soggette a un’aliquota IVA dello 0% ai sensi dell’articolo 44 della legge sull’IVA). Ai sensi dell’articolo 71 della legge sull’IVA. Il paragrafo 3 non impone a un soggetto passivo straniero l’obbligo di registrarsi come contribuente IVA, ma ai sensi dell’articolo 117 della legge sull’IVA. L’IVA può essere detratta su tale persona solo nella dichiarazione IVA.

Dichiarazione e pagamento Il modulo di dichiarazione IVA FR0600 per il periodo fiscale (mese solare, semestre civile, trimestre solare (dal 1 ° luglio 2019), periodo fiscale successivo) deve essere presentato entro 25 giorni dalla fine del periodo fiscale. L’importo dell’IVA calcolato per questi periodi d’imposta deve essere pagato entro e non oltre 25 giorni dalla fine del periodo d’imposta.

Il modulo di dichiarazione IVA FR0600 dell’ultimo periodo d’imposta di un contribuente IVA o liquidatore deve essere presentato entro 20 giorni dalla cancellazione. L’importo dell’IVA dovuta, come calcolato in tale dichiarazione IVA, deve essere pagato entro e non oltre lo stesso giorno della dichiarazione, ma non oltre il termine per la presentazione di tale dichiarazione IVA.

Il modulo di dichiarazione IVA FR0600 e le regole per la compilazione sono stati approvati con ordinanza n. 1 del capo dell’Ispettorato fiscale dello Stato del Ministero delle finanze del 1 marzo 2004. VA-29.

Modulo di dichiarazione annuale IVA FR0516, le cui regole per la compilazione sono state approvate dall’Ispettorato delle contribuzioni dello Stato con ordinanza del Capo del Ministero delle finanze n. V-140 viene presentato e l’importo dell’IVA dovuta calcolato in esso viene pagato entro il 1 ° ottobre dell’anno successivo.

I moduli di dichiarazione IVA FR0600, FR0516, FR0608 vengono presentati solo elettronicamente tramite il sistema di dichiarazione elettronica (EDS).

Altre caratteristiche Un soggetto passivo straniero ha il diritto di recuperare l’IVA pagata nella Repubblica di Lituania secondo la procedura stabilita.

I soggetti passivi stranieri hanno il diritto di recuperare l’IVA pagata in Lituania:

· Stabilito in un altro Stato membro dell’Unione europea (UE),

· Situato in paesi extra UE:

1) al di fuori del territorio dell’UE, se lo Stato estero in cui è stabilito il soggetto passivo straniero rimborsa l’IVA (o un’imposta ad essa identica) ai soggetti passivi lituani, vale a dire che si applica il principio di reciprocità. L’elenco dei paesi non UE in cui i soggetti passivi stabiliti in Lituania possono richiedere il rimborso dell’IVA pagata in Lituania non è esaustivo e può essere adeguato per tenere conto della pratica di altri paesi nel rimborso dell’IVA ai soggetti passivi lituani.

L’IVA è attualmente rimborsata ai soggetti passivi in ​​Armenia, Islanda, Norvegia, Canada, Croazia, Svizzera, Turchia (soggetto a determinate restrizioni).

2) al di fuori dell’UE, che l’UE fornisce telecomunicazioni, trasmissioni radiofoniche e televisive e (o) altri servizi elettronici e, utilizzare lo “schema unico” ( chiamato . Mini One Stop Shop, inoltre – MOSS) è un IVA registrato Fornitori di telecomunicazioni, radiodiffusione e televisione e servizi forniti elettronicamente registrati come contribuenti IVA possono chiedere il rimborso dell’IVA pagata in Lituania, indipendentemente dal fatto che il paese in cui sono stabiliti rimborsi l’IVA ai soggetti passivi lituani;

3) in uno Stato membro dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (di seguito “OCSE”) che non ha IVA (o un’imposta equivalente).

Dal 2018 1 Gennaio il diritto al recupero dell’IVA pagata nella Repubblica di Lituania avrà soggetti passivi stranieri stabiliti in uno Stato membro dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico in cui non è prevista l’IVA (o un’imposta equivalente).

I soggetti passivi lituani che desiderano recuperare l’IVA pagata in altri Stati membri dell’UE devono presentare domande elettroniche per il rimborso dell’IVA ad altri Stati membri dell’UE tramite il sistema elettronico di informazioni sulla registrazione delle domande ( EPRIS ) dell’Ispettorato fiscale statale presso il ministero delle Finanze .

La legge sull’IVA distingue casi speciali in cui l’acquirente deve detrarre e pagare l’IVA per i beni o servizi che gli vengono forniti:

1) IVA calcolata sugli oggetti di proprietà rilevati come contributo fondiario o per riorganizzazione di altro contribuente IVA;

2) Art. 9 della Legge sull’IVA. In caso di cessione di beni di cui al comma 4, l’IVA calcolata per il miglioramento sostanziale del fabbricato (struttura) ceduto;

3) IVA calcolata ai sensi dell’articolo 7 della Legge sull’IVA. I lavori di costruzione previsti al punto 4, come definito nell’articolo 2 della legge sulle costruzioni della Repubblica di Lituania. Al paragrafo 90 ;

4) altre risoluzioni del governo della Repubblica di Lituania del 2002. 19 giugno con delibera n. 900 IVA sulle misure volte a garantire il rispetto degli obblighi fiscali, in cui l’IVA è detratta e versata al bilancio dall’acquirente (cliente) di tali beni e / o servizi, se è un contribuente IVA (ad esempio, per i rifiuti ferrosi e non ferrosi e rottami, materiali usati e alcuni tipi di legno, ecc.)

 

 

No TweetBacks yet. (Be the first to Tweet this post)