Lituania – Informazioni Generali sulla Legge sull’imposta sul reddito delle persone fisiche

Informazione Generale

Tassa Tassa sul reddito
Atto di base Legge sull’imposta sul reddito delle persone fisiche della Repubblica di Lituania (Lietuvos Respublikos gyventojų pajamų mokesčio įstatymas (GPMĮ))
Contribuenti  L’imposta sul reddito deve essere pagata dal destinatario:

·         residenti permanenti della Lituania,

·         residenti non permanenti della Lituania che pagano l’imposta sul reddito sul reddito la cui fonte è in Lituania.

Oggetto dell’imposta 1. Tutti i redditi di un residente permanente della Lituania, la cui fonte è in Lituania e al di fuori della Lituania;

2. Reddito di un residente non permanente della Lituania, la cui fonte è in Lituania, ovvero:

reddito da attività individuali svolte su base permanente e reddito percepito o guadagnato in paesi stranieri attribuito a tale base permanente in Lituania nel caso in cui tale reddito sia correlato alle attività di un residente non permanente della Lituania attraverso una base permanente in Lituania , così come il reddito non percepito su base permanente in Lituania:

·         interessi, diversi dagli interessi su titoli di Stato diversi dai titoli di capitale;

·         proventi da utili e benefici distribuiti ai membri del Consiglio di Amministrazione e del Consiglio di Sorveglianza;

·         redditi derivanti dalla locazione di beni immobili per natura situati in Lituania;

·         tasse, incluso GPM Art. I casi di cui al paragrafo 6;

·         reddito relativo al rapporto di lavoro o al rapporto corrispondente alla sua essenza;

·         proventi da attività sportive, inclusi i redditi direttamente o indirettamente connessi a tali attività, siano essi corrisposti direttamente all’Atleta oa terzi che agiscono per conto dell’Atleta;

·         il reddito operativo degli artisti interpreti o esecutori, compreso il reddito direttamente o indirettamente collegato a tale attività, pagato direttamente all’esecutore o a una terza parte che agisce per conto dell’esecutore;

·         reddito ricevuto per beni mobili venduti o altrimenti trasferiti alla proprietà, se è richiesta la registrazione legale per questo tipo di proprietà in conformità con gli atti legali della Repubblica di Lituania e questa proprietà è (o deve essere) registrata in Lituania, nonché immobile proprietà situata in Lituania;

·         risarcimento per violazione del diritto d’autore o dei diritti connessi.

Aliquota dell’imposta sul reddito
20% Quota di reddito annuo (esclusi quelli calcolati per il 2018 o prima) relativa al rapporto di lavoro o al rapporto corrispondente alla sua essenza, non superiore a * *:

– 120 VDU * (2019),

– 84 VDU * (2020),

– 60 VDU * (2021).

32% nel 2020 e più tardi;

 

27% – 2019

Quota di reddito annuo (esclusi quelli calcolati per l’anno 2018 o precedente) relativa al rapporto di lavoro o al rapporto corrispondente alla sua essenza, superiore **:

– 84 VDU * (2020 ),

– 60 VDU * (2021).

 

– 120 VDU * (2019)

15% 2018 ovvero negli anni precedenti, il reddito stimato relativo al rapporto di lavoro o al rapporto corrispondente alla sua essenza, corrisposto nel 2019 e successivamente (indipendentemente dall’ammontare del reddito annuo).
15% Malattia ( anche sponsorizzata dal datore di lavoro ), maternità, paternità, assistenza all’infanzia e benefici per il lavoro a lungo termine

(indipendentemente dall’ammontare del reddito annuo).

15% Reddito da utili distribuiti (dividendi)

(indipendentemente dall’ammontare del reddito annuo).

15% (meno il credito d’imposta) Reddito operativo individuale.
5% Proporzione del reddito da rifiuti venduti (esclusi i redditi da attività di acquisto e vendita di rifiuti individuali), non superiore a :

– 120 VDU * (nel 2019 e versioni successive).

20% Quota di reddito da rifiuti venduti (escluso il reddito da attività di acquisto e vendita di rifiuti individuali) per anno superiore a:

– 120 VDU * (nel 2019 e versioni successive).

20% La quota dei seguenti redditi annuali non occupati non superiore a ** 120 VDU * (2019), 84 VDU * (2020), 60 VDU * (2021):

– premi o compensi per attività nel consiglio di sorveglianza o nel consiglio di amministrazione, nel comitato del prestito, corrisposti in sostituzione o in combinazione con i bonus,

– royalties percepite da una persona in un rapporto di lavoro o in un rapporto commisurato alla sostanza del residente,

– reddito percepito dai capi di piccole società che non sono membri di tali piccole società in virtù di un contratto civile (di servizio) per attività di gestione.

32% nel 2020 e più tardi

 

o

27% – 2019

 

Proporzione di tale reddito annuo non dipendente che supera **

84 VDU * (2020), 60 VDU * (2021),

 

o 120 VDU * (2019):

– premi o compensi per attività nel consiglio di sorveglianza o nel consiglio di amministrazione, nel comitato del prestito, corrisposti in sostituzione o in combinazione con i bonus,

– reddito percepito a titolo di royalty da una persona correlata al rapporto di lavoro o ad un rapporto corrispondente all’essenza del rapporto di lavoro,

– reddito percepito dai capi di piccole società che non sono membri di tali piccole società in virtù di un contratto civile (di servizio) per attività di gestione.

15% Parte degli altri redditi imponibili non professionali (esclusi da attività individuali, utile distribuito, premi e remunerazioni per attività di consiglio di sorveglianza, consiglio di amministrazione, comitato prestiti, datore di lavoro con accordi di copyright, manager di piccole società di persone in convenzione di servizio) non superiore a 120 VDU * (2019 e versioni successive):

– interesse,

– royalties non del datore di lavoro,

– dalla vendita di beni (altro trasferimento di proprietà),

– dalla locazione di un immobile,

– royalties,

– vincite al gioco d’azzardo,

– regali, premi non del datore di lavoro, ecc.

20%

 

La quota degli altri redditi imponibili non professionali (esclusi da attività individuali, utili distribuiti, premi e remunerazioni per attività di consiglio di sorveglianza, consiglio di amministrazione, comitato prestiti, datore di lavoro con accordi di copyright, gestori di piccole società di persone in base a contratti di servizio) superiore a 120 VDU * (2019 e versioni successive):

– interesse,

– royalties non del datore di lavoro,

– dalla vendita di beni (altro trasferimento di proprietà),

– vendita di rifiuti (diversi dal lavoro autonomo) (altro trasferimento di proprietà),

– dalla locazione di un immobile,

– royalties,

– vincite al gioco d’azzardo,

– regali, premi non del datore di lavoro, ecc.

Imposta Fissa Si applica alle persone che acquisiscono licenze commerciali.

* VDU – vidutinis darbo užmokestis- stipendio medio applicato per calcolare la base contributiva statale per l’assicurazione sociale degli assicurati:

2020 : 1 VDU – 1241,40 Eur; 84 VDU – 104 277,60 Eur; 120 VDU – 148.968 Eur.

2019 : 1 VDU – 1136,20 Eur; 120 VDU – 136344 Eur.

** La quota di reddito eccedente / non superiore a VDU 120, 84, 60 è calcolata dall’ammontare complessivo del seguente reddito annuo :

– relativi a rapporti di lavoro o rapporti corrispondenti alla loro essenza (calcolati per il 2018 o gli anni precedenti non sono inclusi),

– premi e compensi per attività nel consiglio di sorveglianza o nel consiglio di amministrazione, nel comitato del prestito,

– ricevuto dal datore di lavoro in base ad accordi sul diritto d’autore,

– reddito percepito dai capi di piccole società che non sono membri di tali piccole società in virtù di un contratto civile (di servizio) per attività di gestione.

Il periodo fiscale Il periodo dell’imposta sul reddito coincide con l’anno solare.

Il primo periodo fiscale dell’imposta sul reddito di un residente non permanente della Lituania ricevuto o guadagnato tramite una base permanente in Lituania è l’anno civile in cui la base permanente era o avrebbe dovuto essere registrata.

Vantaggi ed esenzioni di base Benefici dell’imposta sul reddito:

·         Reddito esente da imposta sul reddito (art. 17 PIT);

·         Aliquota dell’imposta sul reddito esente (di seguito denominata NPD) applicabile al reddito da lavoro dipendente (articolo 20 della PIT);

·         Spese detratte dalle spese (articolo 21 BCAA).

NPD applicabile per il 2020 (2019) nel periodo d’imposta:

1. Per i residenti il ​​cui reddito mensile relativo al rapporto di lavoro o al rapporto corrispondente alla sua essenza (di seguito – reddito da lavoro dipendente) non supera lo stipendio minimo mensile (di seguito – MMA) , valido al 1 ° gennaio del periodo d’imposta, pari al 1 gennaio 2020. – EUR 607 (EUR 555 nel 2019), l’NPD mensile applicabile   è EUR 350 (EUR 300 nel 2019).

2. Il NPD mensile applicabile a un residente con un reddito da lavoro dipendente superiore a 1 MMA deve essere calcolato secondo la formula:

2020 NPD mensile = 350 – 0,17 x (reddito da lavoro dipendente mensile pro capite – 607 euro (MMA, valido il 01-01-2020, un importo)).

2019 NPD mensile = 300 – 0,15 x (reddito da lavoro dipendente mensile pro capite – 555 euro (MMA, valido il 01.01.2019, un importo)).

3. Per la popolazione con un livello di capacità lavorativa dello 0-25 per cento o per le persone che hanno raggiunto l’età pensionabile e che hanno un livello elevato di bisogni speciali o un livello di disabilità grave, nel 2020 l’NPD mensile applicabile è di € 645 (€ 353 nel 2019).

4. Per la popolazione con un livello di capacità lavorativa del 30-55 per cento, o per le persone che hanno raggiunto l’età pensionabile e per le quali è stato determinato il livello di bisogni speciali medio o basso o il livello di disabilità medio o lieve con la procedura stabilita dagli atti giuridici, nel 2020. l’NPD mensile applicabile è: – EUR 600 (EUR 308 nel 2019).

5. Il NPD annuo massimo per il 2020 è di 4200 EUR . si applica ai residenti con un reddito annuo non superiore a 12 MMA, valido il 1 ° gennaio del periodo d’imposta – 7284 EUR (NPD annuale 2019 di 3600 applicato ai residenti con un reddito annuo non superiore a 6660 euro).

6. Per la popolazione con reddito annuo più elevato, il NPD annuale è calcolato secondo la formula:

2020 NPD annuale = 4200 – 0,17 (importo del reddito annuale – 12 MMA, effettivo 01-01-2020, importi (7284 euro)).

2019 NPD annuale = 3600 – 0,15 x (importo del reddito annuale – 12 MMA, effettivo dal 01.01.2019, importi (6660 euro)).

Spese detratte dal reddito:

1. Premi di assicurazione sulla vita nell’ambito di contratti di assicurazione sulla vita, che prevedono che la prestazione assicurativa sia corrisposta non solo al verificarsi dell’evento assicurato, ma anche dopo la scadenza del contratto di assicurazione, pagati dal proprio coniuge o dai figli minorenni (figli adottivi, tutori con custodia permanente)) in famiglia), bambini disabili fino a 18 anni di età e oltre (bambini adottati, reparti con assistenza familiare permanente, adulti con assistenza familiare permanente prima dell’età adulta) con bisogni speciali per assistenza permanente e bambini di 18 anni e oltre (figli adottivi, reparti a cui è stata concessa la custodia (cura) permanente in famiglia, adulti a cui è stata concessa la custodia (cura) permanente in famiglia prima della maggiore età) 30 giugno

2. Contributi pensionistici a fondi pensione, fondi pensione di associazioni di partecipanti a fondi pensione professionali e / o enti simili operanti nello Spazio economico europeo, propri, coniuge, figli disabili di età inferiore a 18 anni (adottati, tutori con affidamento permanente) (cura) in famiglia) per i quali è stato stabilito un bisogno speciale di assistenza permanente e bambini fino a 18 anni di età e oltre (bambini adottati, reparti con assistenza permanente in famiglia, adulti con assistenza permanente in famiglia prima dell’età adulta ), che fino al 2005 30 giugno l’invalidità totale è stata stabilita, retribuita a favore;

3. Contributi pensionistici a fondi pensione, fondi pensione di associazioni di partecipanti a fondi pensione professionali e / o entità simili che operano in un paese dello Spazio economico europeo o in uno Stato membro dell’OCSE, che sono pagati da un residente permanente della Lituania come contributi pensionistici cumulativi aggiuntivi secondo alle disposizioni del paragrafo 4 dell’articolo 8 della legge sull’accumulo pensionistico e che sono più del 3 per cento del reddito di questo residente, da cui sono calcolati i contributi previdenziali statali;

4. Importi pagati per la formazione professionale e (o) gli studi che conducono alla prima istruzione superiore e / o alla prima qualifica pertinente, nonché per i primi studi di dottorato e post-laurea in arte per residenti permanenti in Lituania che studiano o studiano. Se la formazione professionale o gli studi sono stati pagati con fondi presi in prestito (a tal fine è stato preso un prestito da un istituto di credito), la parte di questo prestito rimborsata durante il periodo d’imposta può essere detratta dal reddito;

5. Interesse per uno al 2009 1 Gennaio un prestito assunto per la costruzione o l’acquisizione di un’abitazione, se prima del 2009 è stato concluso un accordo scritto per l’acquisizione di un’abitazione o un contratto di locazione finanziaria. 1 Gennaio.

2019, 2020 e il 2021 . Il reddito imponibile percepito nei periodi d’imposta può anche essere ridotto delle seguenti spese sostenute per il pagamento di:

6. lavori di finitura (ammodernamento) di edifici (strutture) ed eventuali riparazioni, ad eccezione degli edifici residenziali plurifamiliari;

7. Servizi di riparazione di automobili;

8. Servizi di assistenza per figli minori (adottati, affidatari) di età inferiore ai 18 anni.

Restrizioni sulle spese deducibili.

Dal reddito possono essere detratti:

 

·         Fino a 1500 EUR pagati come:

– contributi aggiuntivi della popolazione al fondo di accumulo pensione 2 ° pilastro, che sono più del 3 per cento del reddito di questo residente, da cui vengono calcolati i contributi previdenziali statali;

– contributi al fondo di accumulo pensione III pilastro;

– premi di assicurazione sulla vita;

 

·         Fino a 2000 EUR pagati per:

– rifinitura di edifici (strutture) ed eventuali riparazioni, ad eccezione della ristrutturazione (ammodernamento) di edifici residenziali plurifamiliari;

– servizi di riparazione auto;

– servizi di assistenza per figli minori (adottati, affidatari) di età inferiore ai 18 anni;

 

·         Nonostante eventuali restrizioni individuali, l’importo totale di tutte le spese deducibili non dovrà superare il 25% del reddito imponibile totale.

Le spese possono essere detratte solo dal reddito dichiarato nella dichiarazione dei redditi annuale di un residente permanente della Lituania, che è tassato all’aliquota dell’imposta sul reddito del 15, 20 o 32 (2019 – 27) percento. L’importo dell’imposta rimborsabile dipenderà non solo dall’ammontare delle spese sostenute, ma anche dall’ammontare dell’imposta sul reddito pagata da un residente permanente della Lituania e dalle aliquote dell’imposta sul reddito in base alle quali il suo reddito è stato tassato.

Procedura per la dichiarazione e il pagamento dell’imposta sul reddito dei residenti permanenti in Lituania Un residente permanente della Lituania che ha percepito un reddito durante il periodo fiscale successivo alla fine del periodo fiscale deve presentare la dichiarazione dei redditi annuale del periodo fiscale precedente all’amministratore fiscale entro il 1 ° maggio dell’anno solare successivo a tale periodo fiscale e dichiarare tutto reddito del periodo e l’imposta sul reddito per essi calcolata.

Una dichiarazione dei redditi non può essere presentata da un residente che ha ricevuto solo redditi da lavoro di classe A durante il periodo d’imposta, a meno che non sia obbligato a ricalcolare l’imposta sul reddito in conformità con l’articolo 6 (1) e (1) del PIT ( ie aliquota d’imposta progressiva) e NPD-PIT 20 annuale secondo la procedura di cui all’art

Il modulo di dichiarazione dei redditi GPM311 è destinato alla dichiarazione del 2019. e il reddito percepito negli anni precedenti e l’imposta sul reddito calcolata su di essi. Il modulo del modello di dichiarazione dei redditi GPM311 è stato approvato dal capo dell’Ispettorato fiscale statale presso il Ministero delle finanze della Repubblica di Lituania nel 2019. 12 dicembre per ordine n. VA-93 “Sull’approvazione dei moduli del modulo modello di dichiarazione dei redditi GPM311 e dei suoi allegati e delle regole per il loro completamento, presentazione e adeguamento”.

L’imposta sul reddito deve essere pagata entro il 1 ° maggio del periodo d’imposta successivo, a meno che:

·         un residente permanente della Lituania che lascia definitivamente la Lituania dichiara il reddito percepito prima del giorno di partenza dalla Lituania. In questo caso, l’imposta sul reddito deve essere pagata prima della partenza definitiva dalla Lituania;

·         l’imposta sul reddito è dichiarata da una persona fisica che è diventata un residente permanente della Lituania a causa del fatto che ci sarebbero 280 o più giorni in Lituania in periodi di imposta consecutivi per intero o in modo intermittente, e 90 o più giorni rimarrebbero in uno di essi . In questo caso l’imposta sul reddito deve essere pagata entro il 31 dicembre dell’anno solare successivo all’arrivo.

Residenti non permanenti della Lituania

la procedura per la dichiarazione e il pagamento dell’imposta sul reddito

 

1.      Un residente non permanente della Lituania che ha ricevuto un reddito di classe B durante il periodo fiscale (ad eccezione del reddito da attività individuali attraverso una base permanente) deve presentare una dichiarazione dei redditi di residente non permanente dal reddito di classe B (FR0459, di seguito – Modulo FR0459 ) entro e non oltre 25 giorni dalla ricezione del reddito.) e da queste entrate calcolare e versare l’imposta sul reddito al bilancio.

Il modulo FR0459, le regole per la compilazione e la presentazione del modulo FR0459 dell’imposta sul reddito personale non permanente dalla dichiarazione sul reddito di classe B sono state approvate dal capo dell’Ispettorato fiscale statale sotto il ministero delle Finanze della Repubblica di Lituania nel 2003. 7 febbraio per ordine n. V-46 “Su approvazione del modulo FR0459 della dichiarazione dei redditi di classe B per residenti non permanenti della Lituania, approvazione delle regole per il completamento e la presentazione”.

2. Un residente non permanente della Lituania che ha percepito un reddito da attività individuale attraverso una base permanente durante il periodo fiscale deve presentare una dichiarazione di reddito annuale di un residente non permanente della Lituania attraverso una base permanente in Lituania entro il 1 ° maggio dei seguenti anno civile dopo il periodo fiscale (modulo FR0531 FR0531V e relativo allegato, di seguito denominato modulo FR0531) e per calcolare e versare al bilancio l’imposta sul reddito su tali entrate.

Il modulo FR0531 e le regole per la compilazione e la presentazione del modulo FR0531 della dichiarazione individuale annuale di reddito di un residente non permanente di una base permanente in Lituania e il relativo modulo allegato FR0531V sono stati approvati dal capo dell’Ispettorato fiscale statale presso Finanze della Repubblica di Lituania nel 2004. 22 Marzo per ordine n. VA-37 “Sull’approvazione delle regole per il completamento e la presentazione del modulo FR0531 della dichiarazione individuale annuale di reddito di un residente non permanente della Lituania attraverso una base permanente in Lituania e del modulo FR0531V del suo allegato”.

3. Un residente non permanente della Lituania che, dopo la fine del periodo fiscale, ha percepito un reddito da lavoro dipendente in Lituania, desidera utilizzare l’NPD annuale calcolato in conformità con l’articolo 20 del PIT a lui applicabile e / o il la riduzione degli interessi di cui all’articolo 17 può presentare all’amministratore la dichiarazione annuale dei redditi di un residente non permanente della Lituania (modulo GPM309; di seguito – modulo GPM309).

Il modulo GPM309 e le regole per il completamento e la presentazione del modulo di dichiarazione dei redditi personali lituani non residenti annuali GPM309 sono stati approvati dall’ispettorato fiscale statale sotto il ministero delle finanze della Repubblica di Lituania nel 2009. 19 novembre per ordine n. VA-82 “Sull’approvazione delle regole per il completamento e la presentazione del modulo di dichiarazione dei redditi delle persone fisiche lituane non permanenti GPM309”.

4. Dal 2019. Nel 2019 è entrata in vigore la disposizione che un residente non permanente della Lituania, dopo la fine del 2019. e periodo d’imposta successivo, deve presentare una dichiarazione dei redditi annuale per il 2019 all’amministratore delle imposte. e un periodo d’imposta successivo se:

·         avrà percepito un reddito nelle classi A e (o) B in Lituania (ad eccezione del reddito da attività individuale) e

·         sarà tenuto a ricalcolare l’imposta sul reddito dovuta in conformità con le disposizioni dell’articolo 6, paragrafi 1 e 1, del GPM.

Procedura per la dichiarazione e il pagamento dell’imposta sul reddito di una persona che detrae l’imposta Procedura di dichiarazione dei redditi:

1. Un residente permanente della Lituania, un’unità lituana, una stabile organizzazione o un residente non permanente della Lituania che svolge un’attività individuale attraverso una base permanente come persona deducibile dalle tasse (di seguito – una persona deducibile dalle tasse) nel 2018. se i benefici corrisposti ai residenti durante il mese del periodo d’imposta successivo, classificati come reddito di Classe A e / o tale reddito di Classe B, da cui l’imposta sul reddito è stata detratta e / o pagata dai fondi propri, devono essere dichiarati complessivamente mensilmente importi nella dichiarazione dei redditi mensile (modulo GPM313).

Le regole per la compilazione e la presentazione del modulo di dichiarazione dei redditi mensile GPM313 (di seguito – modulo GPM313) e del modulo di dichiarazione dei redditi mensile GPM313 sono state approvate dal capo dell’Ispettorato fiscale statale presso il Ministero delle finanze della Repubblica di Lituania nel 2017 . 20 dicembre per ordine n. VA-121 “Sull’approvazione del modulo di dichiarazione dei redditi mensile GPM313 e le regole per la compilazione e la presentazione”.

Nel modulo GPM313, i benefici corrisposti mensilmente ai residenti, da cui l’imposta sul reddito è stata detratta e / o pagata a spese della persona che ha pagato i benefici, e l’imposta sul reddito detratta (pagata) sono dichiarati in importi totali.

Il modulo GPM313 deve essere presentato all’amministratore fiscale alla fine del mese, entro il 15 del mese successivo.

2. Dichiarazione annuale delle prestazioni pagate ai residenti classificati come reddito A e B sotto forma di GPM312 allegati GPM312L “Benefici pagati a residenti in Lituania”, GPM312U “Benefici pagati a non residenti in Lituania” (di seguito – modulo GPM312) , e norme per la compilazione e la presentazione delle stesse approvate dal capo dell’Ispettorato fiscale statale presso il ministero delle Finanze della Repubblica di Lituania nel 2018. 6 febbraio per ordine n. VA-9 “Sull’approvazione della dichiarazione annuale GPM312, degli allegati GPM312L, GPM312U e delle regole per il completamento e la presentazione dei benefici personali per i redditi di classe A e B”.

Il modulo GPM312 deve essere presentato all’amministratore fiscale al termine del periodo fiscale, entro il 15 febbraio del successivo periodo fiscale.

Procedura per il pagamento dell’imposta sul reddito delle prestazioni legate al lavoro:

1. Quando le prestazioni legate all’occupazione vengono pagate una volta al mese (non viene versato alcun anticipo), la persona che deduce l’imposta deve versare al bilancio l’imposta sul reddito detratta dal beneficio versato prima del 15 ° giorno del mese del periodo d’imposta interessato dal il quindicesimo giorno di quel mese e dalle prestazioni pagate dopo il quindicesimo giorno del mese del periodo d’imposta in questione fino all’ultimo giorno di quel mese.

2. Se i benefici relativi all’occupazione per un dato mese di un periodo fiscale sono pagati in rate (pagamento anticipato) e l’intero beneficio è pagato durante quel mese del periodo fiscale, il sostituto d’imposta deve pagare l’imposta sul reddito detratta al bilancio entro il quindicesimo giorno di quel mese (se l’ultima parte del beneficio è stata pagata prima del quindicesimo giorno di quel mese) o fino all’ultimo giorno di quel mese (se l’ultima parte del beneficio è stata pagata dopo il quindicesimo giorno di quel mese) .

3. Se le prestazioni legate all’occupazione per il mese in questione del periodo d’imposta sono pagate a rate e l’ultima rata è pagata entro 10 giorni lavorativi del mese successivo a quello per il quale sono pagate, il sostituto d’imposta è tenuto a versare il reddito detratto imposta al bilancio entro, 15 giorni (ad eccezione dei pagamenti dovuti a dicembre del periodo d’imposta di riferimento, dove l’imposta sul reddito sull’importo delle rate pagate durante quel mese deve essere versata al bilancio entro l’ultimo giorno di dicembre del periodo d’imposta pertinente , se l’ultima rata è stata pagata oltre l’ultimo giorno di quel mese).

4. Se le prestazioni lavorative per il mese di riferimento del periodo d’imposta sono pagate a rate e l’ultima rata non viene pagata entro 10 giorni lavorativi del mese successivo a quello per il quale sono pagate, si considera aver pagato la ritenuta alla fonte al bilancio fino al 15 ° giorno del mese per il quale sono stati pagati (se l’ultimo pagamento è stato effettuato prima del 15 ° giorno di quel mese) o fino all’ultimo giorno di quel mese (se l’ultimo pagamento è stato effettuato dopo il 15 ° giorno di quel mese).

Procedura per il pagamento dell’imposta sul reddito sui benefici non occupazionali :

L’imposta sul reddito detraibile deve essere versata al bilancio entro il 15 ° giorno dello stesso mese dai benefici non occupazionali classificati come reddito personale di classe A reddito pagato prima del 15 ° giorno del mese del periodo d’imposta di riferimento, e dai benefici pagati dopo il 15 ° giorno del periodo d’imposta di riferimento 15 giorni, l’imposta sul reddito detratta deve essere pagata entro l’ultimo giorno dello stesso mese.

Parte dell’imposta sul reddito – per beneficiari e / o partiti politici Il GPMĮ prevede il diritto di un residente permanente della Lituania di sostenere l’entità selezionata con la parte di imposta sul reddito detratta (dovuta) dal reddito percepito durante il periodo d’imposta:

1. Nel 2020 e anni successivi:

·         fino all’1,2 per cento dell’imposta sul reddito – persone giuridiche (eccetto sindacati e associazioni sindacali) e artisti che hanno diritto a ricevere sostegno ai sensi del LPĮ;

·         fino allo 0,6 per cento – i partiti politici iscritti nel Registro delle persone giuridiche secondo la procedura stabilita dalla legge, soddisfano i requisiti di legge in merito al numero dei membri di un partito politico e per i quali non è prevista alcuna procedura di riorganizzazione o liquidazione stato avviato;

·         fino allo 0,6 per cento – sindacati o associazioni sindacali aventi diritto a ricevere sostegno nell’ambito dell’APL.

2. Nel 2019 (dal reddito del periodo d’imposta del 2018 dedotto (debito) nell’ambito delle imposte sul reddito):

·         imposta sul reddito fino al 2 % – persone giuridiche (fondi di beneficenza e di sostegno registrati nella Repubblica di Lituania, istituzioni di bilancio, associazioni, organizzazioni pubbliche, istituzioni pubbliche, comunità religiose, associazioni e centri, divisioni (suddivisioni) di organizzazioni pubbliche internazionali, altro le persone giuridiche la cui attività è regolata da leggi speciali e il cui scopo non è quello di realizzare un profitto, e il profitto ottenuto non può essere assegnato ai loro fondatori, azionisti o membri aventi diritto al sostegno (ad eccezione dei sindacati o delle associazioni sindacali) in conformità con la legge sulla beneficenza e il sostegno della Repubblica di Lituania (ar) persone fisiche registrate come artisti e beneficiari nel sistema di informazione degli artisti e delle organizzazioni di artisti;

·         fino all’1 per cento – i partiti politici iscritti nel Registro delle persone giuridiche secondo la procedura stabilita dalla legge, rispettano i requisiti legali relativi al numero dei membri di un partito politico e per i quali non è stata effettuata alcuna procedura di riorganizzazione o liquidazione avviato;

·         fino all’1 % – sindacati o associazioni sindacali aventi diritto a ricevere sostegno nell’ambito dell’APL.

Un residente che decide di sostenere un beneficiario selezionato (diversi beneficiari) e / o un partito politico (diversi partiti politici) deve completare la versione 4 del Modulo di richiesta di trasferimento dell’imposta sul reddito ai beneficiari e / o ai partiti politici FR0512 ed entro il 1 ° maggio del anno solare in corso. presentarlo all’amministratore delle imposte.

La parte assegnata dell’imposta sul reddito non viene trasferita se un residente permanente della Lituania, che è tenuto a presentare una dichiarazione dei redditi annuale, non la presenta entro il 1 ° maggio dell’anno solare in corso (ad eccezione di una persona fisica che è diventata una persona fisica permanente residente in Lituania che dichiara un reddito ai sensi dell’articolo 28).

 

 

No TweetBacks yet. (Be the first to Tweet this post)